mobile: 3492124290

mail: dott.ssarobertaleone@gmail.com

Spazio Psicologia Firenze

Via degli Artisti 17/a

Cerca
  • R.L.

BIOENERGETICA HOMEWORK - LA BOLLA

Un esercizio utile a rafforzare i confini del Sé, ad aumentare il senso di sicurezza e contenere l'ansia.

E' possibile eseguire questi movimenti anche in compagnia dei propri familiari, soprattutto con i bambini, sperimentando una modalità di interazione fisica giocosa e rispettosa dello spazio personale.


1 - Come sempre, trovate un luogo in cui potervi esprimere liberamente e partite dalla posizione di grounding tenendo gli occhi chiusi e le mani poste una sul petto e l'altra all'altezza dell'ombelico.

Respirate, cercando di andare a contattare tutte le parti del vostro corpo, sciogliendo le tensioni muscolari attraverso respiri profondi.


2 - Ponete le mani con i palmi uno contro l'altro, tenendo i gomiti all'altezza del petto, con la parte inferiore del corpo sempre in grounding.

Trovata la posizione, distanziate i palmi di qualche centimetro cercando di contenere in questo spazio la sensazione di calore ed energia del contatto precedente.


3 - Allargate lo spazio fra le mani gradualmente e lentamente, seguendo il ritmo respiratorio (ogni volta che inspiro, distanzio un pò di più i palmi, quando espiro, resto nella nuova posizione).


4 - Proseguite nell'estensione delle braccia fino a porre i palmi delle mani a lato del corpo.

Ad ogni inspirazione, dovreste sentire che il busto si allunga e le costole si distanziano leggermente le une dalle altre, e il peso del corpo non grava sulla schiena ma scarica a terra, passando per i piedi (verificate dunque di essere ancora in posizione di grounding).


5 - Tenendo le braccia ben tese, iniziate a disegnare una bolla intorno a voi, esplorando tutte le direzioni possibili aiutandovi con la torsione del busto, la rotazione del bacino e la flessione delle ginocchia, senza staccare i piedi da terra.

Di che colore è la bolla che ho creato? Di che materiale è fatta? E' trasparente? E' permeabile agli elementi esterni? Se continuo a respirare, cambia in qualche sua qualità (forma, colore, grandezza, ecc.)?


6 - Quando il movimento diventa troppo faticoso, o iniziate a sentirvi eccessivamente rigidi, potete tornare ad allinearvi verticalmente, lasciando cadere le braccia e la testa verso il pavimento.

Proseguite lentamente a scendere verso terra, sostando nella posizione di bend-over per poi lasciarvi andare completamente distesi sul pavimento a riposare.



7 - VARIANTE GIOCOSA: è possibile svolgere questo esercizio anche insieme ad altre persone, eseguendo i movimenti indicati disponendovi in un cerchio abbastanza largo da permettervi di allargare le braccia senza toccarvi.

Una volta costruita la bolla, potete condividerne a turno le qualità ad alta voce, es.: la mia bolla è viola e trasperente, sembra fatta di sapone e trema ogni volta che butto fuori l'aria, ma non si rompe...

Sperimentate la possibilità di camminare nella stanza con la vostra bolla, provando a vedere cosa succede quando si incontrano gli altri: la bolla resiste al contatto? cambia forma o colore? cambia dimensione o sostanza? emette un rumore?

Continuate l'interazione emettendo i suoni che descrivono cosa succede alla bolla, senza usare spiegazioni verbali (oooppss, swisch, pop, e così via)

Una volta terminate le possibilità di incontro, tornate nella posizione in cerchio e fate sciogliere o scoppiare la vostra bolla, tornando a contattare i confini del vostro corpo e le sensazioni che si muovono in questo momento.


39 visualizzazioni
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now